Escursioni al caldo in 5 passi

escursione al caldo

Per chi ha la passione dell’escursionismo è impensabile fermarsi nella fredda stagione.

Certo, con il caldo estivo saremmo tutti a spasso per i boschi, ma in inverno, con le temperature più fredde? 

Un’itinerario immersi nei boschi dopo una nevicata, lo sguardo perso in panorami che ricordano i paesaggi nord mentre avanziamo nel silenzio ovattato.

Sono sicuro di aver suscitato la vostra voglia di alzarvi dal divano!

Ma abbiamo l’abbigliamento giusto per sopportare il freddo?

A quali parti del corpo dobbiamo prestare più attenzione?

In questo articolo cercherà di rispondere a quelle che normalmente sono i dubbi su come vestirci e nel caso su cosa comprare per le escursioni nella fredda stagione.

Partiamo dai piedi

Scarponi, dimentichiamoci per un momento quelli estivi, dobbiamo avere per la stagione fredda un tipo di calzatura ben impermeabile e che ci possa garantire una tenuta termica adatta, oltre ad una struttura più rigida per supportare ciaspole ed eventualmente ramponi o ramponcini da escursionismo.

Altro importante tassello per mantenere i piedi caldi e rendere quindi la nostra escursione il più gradevole possibile, sono le calze! Calze tecniche dedicate alla stagione invernale con un mix di tessuti adatti garantiranno un piede caldo, asciutto e ben fermo nello scarpone (importantissimo per evitare vesciche).

Consiglio di dare uno sguardo a questo articolo

Calze da escursionismo

calze_escursionismo_calde

Qualche consiglio…

Pantaloni

Dimenticate i jeans, come per l’estate questo capo d’abbigliamento è perfetto per una passeggiata in centro ma non è assolutamente adatto per le escursioni (anche se mi capita spesso di vederli in giro indossati in mezzo ai boschi).

Pantaloni da escursionismo dedicati alla stagione fredda, spesso siglati con “warm“, tessuti elasticizzati, con smerigliatura antivento ed idrorepellenti, ci consentono  un ottima mobilità ed evitano di bagnarsi durante l’escursione.

La parte interna è normalmente rivestita da un tessuto simile al micro-pile,  ma nel caso fosse assente (strano) si può sempre puntare con uno strato aggiuntivo in calzamaglia tecnica. L’importanza di indossare un capo di abbigliamento tecnico garantisce grazie alla sua specificità un’ottima traspirabilità e comfort. 
pantaloni_escursionismo_invernali

Pile e Giacca

Passiamo alla parte alta del corpo, la t-shirt se sarà il nostro primo strato a contatto con la pelle possiamo anche pensare di optare per una maglietta estiva tecnica, subito sopra un pile caldo. 
Sul mercato troviamo un offerta di prodotti dei più disparati, sicuramente la scelta la fa da padrone sulla nostra sopportazione del freddo, personalmente preferisco un tipo di pile più pesante, in questo modo posso scegliere di vestire sullo strato più esterno una giacca più leggera così da consentirmi movimenti più agili, ovviamente potete anche decidere il contrario ed eventualmente optare per un pile aggiuntivo nello zaino.
Ricordate sempre che il vestirsi a cipolla aggiungendo o togliendo capi, è il modo migliore per godersi un’uscita senza il rischio di patire il freddo.
 

Guanti e Berretto

Le estremità devono esser ben sempre protette, così come per le calze anche i guanti devono esser a corredo della nostra uscita in clima freddo.
In base al tipo di temperature a cui sarete sottoposti (check meteo) il consiglio è quello di dotarsi di almeno due paia di guanti in materiale tecnico, il tessuto smerigliato e idrorepellente vi garantirà sempre un ottimo risultato.
Perchè due paia? 
Beh sicuramente se uscite a fare un escursione in inverno anche a bassa temperatura senza neve, sarebbe abbastanza inutile uscire con guanti da ciaspolata.

Peso e ingombro nello zaino fanno sempre la differenza.

Berretto, cuffia e buff-scaldacollo, capo coperto o comunque orecchie al caldo, sopratutto se siamo soggetti ad emicranie è sempre bene mantenere la nostra fronte protetta.
Consiglio personale, i buff…mai senza, ormai sono diventato un cultore di questo accessorio, collo al caldo e all’occorrenza (visto che spazio e peso sono veramente minimi), fascia per la testa al posto della cuffia (magari potremmo avere troppo caldo) un’ottima soluzione alternativa.
Intimo caldo opzione

Come accennavo prima, se pur essendovi vestiti con più strati siete abitualmente delle persone che non sopportano troppo il freddo, il consiglio è quello di uno strato aggiuntivo proprio a contatto con la pelle sia per la parte alta che bassa del corpo.

Anche qui la tecnologia ci assiste e potrete trovare capi composti da fibre diverse, ma normalmente con una percentuale di lana.

Dimenticane momentaneamente il cotone, poichè non è in grado garantire calore e soprattutto non è traspirale, questo vorrebbe dire escursioni sempre sudati.
 
Mai senza…
Evitiamo di bruciarci la pelle, camminare sulla neve è come camminare su di uno specchio, per cui prima di partire consiglio di mettere un pò di protezione solare sul viso o sulle parti esposte. Perchè no del burro cacao sulle labbra ulteriori protezione, così da evitare spiacevoli sorprese al rientro.
Occhiali da sole, beh why not? Il riverbero di luce è sicuramente fastidioso, ed è importante proteggere i nostri occhi dall’azione solare.
 
Ora siete vestiti e pronti per godervi un’escursione sulla neve!

Lettura un pò lunga, se VUOI delle INFORMAZIONI o dei CONSIGLI in più SCRIVIMI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *