Vesciche, ecco come si possono evitare!

vesciche

Vesciche, ecco come rovinarsi una piacevole giornata in mezzo alla natura.

 

Beh ma cosa sono?

Le vesciche sono un accumulo di plasma ed altri fluidi corporei tra gli strati dell’epidermide o tra questa ed il derma, rappresentano un meccanismo di difesa per l’organismo dato che favoriscono la rigenerazione cutanea dopo ustioni o eccessivi sfregamenti.

 

Scopriamo insieme alcuni modi su come evitare questo spiacevole inconveniente.

– In prima battuta, scegliere la giusta calzatura e della misura appropriata.

Quando acquistate la vostra scarpa o scarpone, è bene che ci sia circa 1-1.5 cm di spazio tra la punta delle dita e la punta dello scarpone.

Questo fa sì che in discesa le dita non battano contro la punta dello scarpone, a lungo andare se dovesse accadere, potreste rischiare di lesionare le unghie e nei casi più gravi perderle.

Lo scarpone non deve presentare nessun punto di compressione del piede, anche se lieve, una piccola pressione sulle dita in negozio può far formare grosse vesciche alla prima vera discesa che affrontate.

Uno scarpone “giusto” deve lasciare un minimo di gioco per il piede.

 

– Calze giuste e ben vestite, prima di indossare gli scarponi controllate ate che le calze non presentino pieghe e che avvolgano bene i vostri piedi.

In caso contrario è come se vi fossero dei sassolini o detriti all’interno della scarpa.

 

– Piano con i lacci, non stringete troppo se lo fate, rischiate di rallentare la circolazione sanguigna, questo crea innumerevoli punti di pressione sul piede. Le vesciche, in questo modo, sono garantite.

Se necessario si può stringere leggermente di più una scarpa appena prima di affrontare una discesa.

 

– Attenti ai corpi estranei, il famoso sassolino nella scarpa.

Camminare sul terreno con i calzini, per poi rimettere gli scarponi, porta rametti ed erba all’interno della scarpa.
Se entra sporco nella scarpa, fermatevi e toglietelo. I pantaloni lunghi ad esempio riducono l’entrata dello sporco nello scarpone.

– Se sentite inziare del fastidio fermatevi e curate la pelle irritata prima che si trasformi in vescica. 

Se avete punti arrossati, copriteli con un cerotto (del nastro medico va bene). Se avete una vescica, applicate un compeed o dei cerotti idonei alle vesciche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *