MORENA OVEST

TERRITORI

Uno dei progetti outdoor più interessanti del Canavese!

Mai sentito parlare del AMI ovvero dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea?
…e del Piccolo Anfiteatro o della MorenaOvest?


L’azione del ghiacciaio della Dora Baltea, torrente che scende dalla Valle d’Aosta e attraversa l’eporediese, durante il periodo Quaternario ha modellato il territorio (con una superficie di oltre 500 km² ) creando delle splendide colline moreniche.

Parliamo della sponda orografica destra, che si estende lungo l’amministrazione di ben 7 comuni canavesani.

Chilometri di sentieri ottimamente mantenuti che si intersecano lungo queste colline ricoperte di una fitta vegetazione e spazi aperti di radure.

Un percorso dalla ricchezza ambientale veramente importante e con un focus geologico unico nel suo genere.

Gli itinerari sono perfetti per ritrovare il contatto con la natura e sono facilmente percorribili per tutti. Un territorio perfetto per scoprire e conoscere ambienti molto differenti tra loro ma uniti nella loro biodiversità, andiamo dalle zone umide di piccoli laghetti e stagni, torbiere fino a zone più secche destinate al pascolo.

Anello di Vialfrè attraverso il SIC

Partendo dal comune di Vialfrè è possibile effettuare un percorso ad anello, molto semplice e che non prevede particolari difficoltà tecniche, quasi totalmente pianeggiante che spazia da zone secche a zone più umide. Inoltrandosi nel bosco in direzione “Silva”, si potranno notare fin da subito alcune caratteristiche molto particolari di questo bosco, i maestosi “Trumpa” o “Sumpa”, castagni di grandi dimensioni sottoposti nelle prime fasi della loro crescita ad una particolare capitozzatura, attività di silvicoltura praticata dall’uomo per salvaguardare le piante dall’attività pastorizia.

IMG 20200611 164436

Il sentiero poi si snoda in lunghi rettilinei molto suggestivi con interessanti cambi di bosco. Pur restando sempre nello stesso territorio, l’ambiente intorno a noi cambierà donandoci sempre una vista diversa. L’anello completo raggiunge i 10Km di estensione ma sarà possibile trovare anche alcune intersezioni che vi consentiranno, nel caso lo vogliate, di accorciare il percorso.

Lungo il sentiero troverete anche molti cartelli descrittivi dell’anfiteatro morenico, con informazioni e spunti molto interessanti. 

Continuando poi verso l’intersezione con il sentiero del Bric Vignadoma in direzione Agliè sarà possibile vedere un SIC, [Sito d’Interesse Comunitario] istituito dalla regione Piemonte a protezione dello stagno e del suo specifico habitat.

Ritornando poi in direzione Vialfrè/Pianezze arriverete al lago Paulet, laghetto/stagno di sole acque meteoriche (pioggia) molto suggestivo, nel quale nella stagione estiva un orchestra sinfonica di rane e ronzii di libellule vi accompagnerà lungo il suo sentiero per poterne percorrere tutta la sponda. Scendendo verso l’area attrezzata di Pianezze sarà poi possibile riprendere il percorso per rientrare verso l’abitato di Vialfrè chiudendo così l’anello. Noterete sicuramente l’attenta manutenzione e l’attività forestale che si svolge lungo questo percorso, da sempre fiore all’occhiello del comune di Vialfrè e della sua Pro Loco che si occupano del mantenimento di questi splendidi sentiero.

#escursionismoInCanavese